Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

vedanta.it

Coomaraswamy

Ananda Kentish Coomaraswamy sembra aver vissuto molte vite: dapprima botanico e geologo, poi raffinato studioso d'arte orientale e occidentale, in seguito politico, idealista, approda infine alla vera filosofia.
Già la sua nascita, biologicamente a cavallo fra Oriente e Occidente, ha segnato il destino della sua opera terrena.
Coomaraswamy è fra i pochi autori occidentali moderni che possono sicuramente ritenersi affidabili.
La sua ricerca, che spazia in molti campi, illumina la via per la chiarezza, l'essenzialità, il rigore che la contraddistinguono.


"Molti sono i sentieri che conducono alla vetta dell'unico e identico monte; le differenze fra questi sentieri sono tanto più visibili quanto più in basso ci si trova, ma esse svaniscono arrivando sulla vetta. Ognuno deve imboccare il sentiero che parte dal punto in cui egli si trova: chi continua a girare attorno al monte in cerca di altri sentieri non sale alla vetta. Non avviciniamoci mai a un altro fedele per chiedergli di diventare "uno di noi": avviciniamoci invece a lui con il rispetto dovuto a uno che e già "dei Suoi", che è già di Colui che è e dalla cui invariabile bellezza ogni essere contingente dipende"

Coomaraswamy
da Molti sentieri per un'unica vetta

Vidya Bharata - Edizioni I Pitagorici © Tutti i diritti riservati.  
Tutti i diritti su testi e immagini contenuti nel sito sono riservati secondo le normative sul diritto d’autore.

Chi è online

Abbiamo 166 visitatori e nessun utente online