Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

vedanta.it

Karma (o Lila) Catuṣṭaya V

V. KARMA (o LILA) CATUŞŢAYA


Krishna, Kali, Karma, Kama


[dagli appunti di un discepolo:

Krishna è Īśvara che gode del mondo.
Kali è la Shakti che elabora la Lila secondo il piacere di Īśvara.
Karma è l’azione divina.
Kama è il godimento divino.]

***


Poi verrà, poiché solo allora sarà interamente possibile, l’azione perfetta e il perfetto godimento dell’essere fondati sulla Gnosi. Il Purusha entra nella manifestazione cosmica per le variazioni della sua esistenza infinita, per la conoscenza, l’azione e la gioia; la Gnosi apporta la pienezza della conoscenza spirituale sulla quale fonderà l’azione divina gettando il suo godimento del mondo e dell’essere nella legge della verità, della libertà e perfezione dello spirito. Ma né l’azione né il godimento consisteranno nell’azione inferiore dei Guna e nel conseguente piacere egoico derivante più che altro dalla soddisfazione del desiderio rajasico, che costituisce il nostro modo attuale di vivere.

Qualunque desiderio rimarrà, se ancora gli si può dare questo nome, sarà il desiderio divino, la volontà di gioia del Purusha che nella sua libertà e perfezione gode dell’azione della Prakriti resa perfetta e di tutte le sue membra. La Prakriti assumerà l’intera natura nella legge della sua verità divina superiore e agirà in quella legge, offrendo il godimento universale della sua azione e del suo essere all’ānandamaya Īśvara, il Signore dell’esistenza e delle opere, Spirito di beatitudine, che presiede alle sue operazioni e le governa.

L’anima individuale sarà canale di questa azione e offerta, e al tempo stesso avrà la gioia d’essere una cosa sola con Īśvara e con Prakriti, così come la gioia di tutti i rapporti con l’Infinito e con il finito, con Dio, l’universo e gli esseri nell’universo, nei termini più alti dell’unione del Purusha con la Prakriti universale.

Sri Aurobindo, The Synthesis of Yoga, vol. IV, p. 668-9

Traduzione italiana di Laura C.

Vidya Bharata - Edizioni I Pitagorici © Tutti i diritti riservati.  
Tutti i diritti su testi e immagini contenuti nel sito sono riservati secondo le normative sul diritto d’autore.

Chi è online

Abbiamo 432 visitatori e nessun utente online

Sei qui: Home Karma (o Lila) Catuṣṭaya V