Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

vedanta.it

René Guénon

René Guénon riteneva che la diffusione di informazioni di carattere biografico fosse inutile e che le speculazioni sulla vita privata di una persona avessero una connotazione voyeurista.

Per chi fosse interessato, oltre alle fin troppo numerose informazioni facilmente reperibili in rete, si consiglia la lettura de La vita semplice di Renè Guènon di Paul Chacornac.

In ogni caso è innegabile che l'esistenza terrena del filosofo francese è stata sempre, in ogni suo aspetto, conforme al Dharma, 'nel mondo, ma non del mondo'.

Sebbene - come ogni vero maestro - egli non si sia mai atteggiato nè abbia voluto essere chiamato maestro, Guénon è stato e continua ad essere un riferimento sicuro per coloro che a un certo punto della loro vita sentono il richiamo del Sacro, oltre l'apparenza transeunte.

Poiché ciò che sta davvero a cuore a Guènon è il Logos e non il veicolo fisico attraverso il quale esso viene espresso, è utile un richiamo alla funzione da lui svolta, sinteticamente espressa in queste parole dell'autore stesso:

"Se alcuni occidentali potessero, attraverso la lettura di quanto siamo andati esponendo, prendere coscienza di quanto fa loro difetto intellettualmente, se potessero non diremo capirlo ma solo intravederlo e presentirlo, questo lavoro non sarebbe stato fatto invano. Non intendiamo parlare soltanto dei vantaggi inestimabili che potrebbero ottenere direttamente, per se stessi, coloro che fossero così condotti a studiare le dottrine orientali, dove troverebbero, per poco che possiedano le attitudini indispensabili, conoscenze che non hanno l'uguale in Occidente e accanto a cui le filosofie che passano per geniali e sublimi non sono che passatempi infantili; non vi è misura comune tra la verità assentita nella sua pienezza, attraverso una concezione dalle possibilità illimitate e in una realizzazione ad essa adeguata, e le ipotesi, di qualunque natura siano, immaginate da fantasie individuali a misura della loro capacità essenzialmente limitata.

Vi sono ancora altri risultati, di un interesse più generale, e che del resto si ricollegano ai precedenti come fossero conseguenze più o meno lontane; intendiamo alludere alla preparazione, non certo imminente, ma nondimeno effettiva, di un avvicinamento intellettuale tra l'Oriente e l'Occidente".

 

Bibliografia guenoniana essenziale:

- Introduzione generale allo studio delle dottrine indù

- L'uomo e il suo divenire secondo il Vedanta

- Gli stati molteplici dell'essere

- Considerazioni sull’iniziazione

 

    

       

 

Vidya Bharata - Edizioni I Pitagorici © Tutti i diritti riservati.  
Tutti i diritti su testi e immagini contenuti nel sito sono riservati secondo le normative sul diritto d’autore.

Chi è online

Abbiamo 149 visitatori e nessun utente online