Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

vedanta.it

Movimenti Indù

Il fervore e la tolleranza indù hanno fatto crescere nei secoli diversi movimenti di cui presentiamo le basi:

Aryasamaj

L'Aryasamaj (la società degli Ariani) è un movimento nazionalistico e popolare creato nel 1875 dal bramino Dayananda Sarasvati (1824-1883), che apparteneva ad una comunità sankariana; il suo scopo era il ritorno alla pura tradizione vedica.

Bramasamaj

Il bramasamaj (la chiesa indù unitaria) è un movimento fondato nel 1828 da Ram Mohu Rai (1772-1833), che ha tentato di sintetizzare l'induismo, il buddismo, l'islamismo e il cristianesimo; quest'uomo assai colto ha tradotto in inglese numerosi Upanishad. Egli si è urtato con le missioni cristiane e con l'ostilità dei suoi compatrioti; morì in Inghilterra nel 1833. Fra i suoi discepoli citiamo: il nonno e il padre del poeta Rabindranath Tagore e Keshub Chander Sen (1838-1884) che trasformò il movimento in Adisamaj (la Società di origine); Keshub Chander Sen proponeva un monoteismo astratto e una liturgia presa dalle grandi religioni del mondo.
Nella stessa «linea sintetica» si pongono: Mahadev Govind Ranade (nato a Bombay, 1842-1901), R.G.Bhandarkar (1837-1925) e Gokhale (1863-1915).

Sai Baba

E' un movimento di vasto respiro sorto intorno alla figura di Satya Sai Baba, un indiano originario dell'India del Sud, che si presenta come Avatara e secondo di una serie di tre incarnazioni che iniziate con Shirdi Sai Baba, termineranno con Prema Sai Baba.

Il movimento si è molto diffuso nel mondo grazie allo scalpore che hanno suscitato sui media i miracoli che sembra egli possa manifestare senza alcuna limitazione. Nonostante il movimento si presenti come areligioso, in realtà negli ultimi anni ha dimostrato una forte tendenza alla venerazione del suo Maestro.  Il movimento porta avanti sotto la guida diretta di Sai Baba un profondo rinnovamento delle condizioni sociali dell'India attraverso scuole gratuite, università, ospedali, reti idriche, opere benefiche, etc.

Nei suoi centri si portano avanti il culto della sua figura, lo studio dei principi basilari (dharma, satya, ahimsha, prema, shanti), nonché l'approfondimento del Vedanta, insieme ad una intensa opera nel volontariato sociale.

 

Vidya Bharata - Edizioni I Pitagorici © Tutti i diritti riservati.  
Tutti i diritti su testi e immagini contenuti nel sito sono riservati secondo le normative sul diritto d’autore.

Chi è online

Abbiamo 158 visitatori e nessun utente online

Sei qui: Home Induismo Movimenti