Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.

vedanta.it

Sri Lakshmana Swami e Mathru Sri Sarada

Sri Lakshmana Swami è un discepolo diretto di Sri Ramana Maharshi, il grande saggio e Guru che istruì migliaia di persone durante la prima metà del secolo. Diventò discepolo di Sri Ramana negli anni quaranta e alla fine realizzò il Sé in sua presenza nel 1949.

Realizzare il Sé, che può essere tradotto liberamente con il termine 'illuminazione', è la meta delle pratiche spirituali Indù. Nel momento della realizzazione, il sé individuale cessa di esistere. Ciò che rimane è una diretta esperienza della realtà che è al di là del sé individuale e che è generalmente conosciuta con il nome di Atman, o Sé, ed è la sorgente e la sostanza di tutto ciò che esiste.

Negli anni che sono passati da allora, Lakshmana Swarni ha trascorso una vita quieta, in isolamento, per lo più nell'Andra Pradesh, uno stato del Sud dell'India.

Mathru Sri Sarada è la persona designata come successore di Sri Lakshmana. Giunse da lui quando era ancora adolescente, gli si abbandonò completamente e realizzò il Sé quando aveva solo diciott'anni.
Attualmente sta aiutando Sri Lakshmana nell'insegnamento nel piccolo ashram sorto attorno a loro.

Nel 1982 Sri Lakshmana mi chiese di scrivere un opuscolo sulla vita e gli insegnamenti di Mathru Sri Sarada e suggerì che il titolo avrebbe dovuto essere: "No mind I am the Self". Mathru Sri Sarada all'inizio non aveva interesse per il libro e Sri Lakshmana ebbe qualche difficoltà nel persuaderla a cooperare con il progetto. Quando infine ci riuscì, cominciai a raccogliere il materiale biografico per il libro intervistando Sri Lakshmana e Mathru Sri Sarada nella veranda della loro casa.

Fortunatamente Mathru Sri Sarada aveva tenuto un diario durante i primi stadi della sua ricerca spirituale e Sri Lakshmana mi tradusse in parole tutti i punti più salienti. Tradusse anche alcune lettere che Sarada gli aveva scritto e un nastro sulle sue esperienze registrato poco prima che ella realizzasse il Sé. Raccolsi gli insegnamenti di persona, trascrivendo i suoi discorsi e le sue conversazioni su vari argomenti spirituali. Tutta l'opera è stata scritta un pò frettolosamente e non fu mai stampata per carenza di fondi.

Nel 1985 Mathru Sri Sarada decise che il libro doveva essere stampato per commemorare il sessantesimo compleanno di Sri Lakshmana. Quindi corressi il testo e lo ampliai, aggiungendo numerose conversazioni che i visitatori e i devoti avevano avuto con Sri Lakshmana, ma anche questo tentativo fallì per mancanza di fondi.

All'inizio di quest'anno un devoto Americano fece una donazione sufficiente a stampare il libro e Mathru Sri Sarada decise di ampliare il testo ulteriormente per includere un lungo resoconto sulla vita di Sri Lakshmana. Aveva raccolto molte storie su di lui nei due anni precedenti e le aveva trascritte in Telegu, la sua madre lingua, su un grosso taccuino. Mi tradusse verbalmente tutte queste storie e Sri Lakshmana aggiunse occasionalmente i suoi commenti rispondendo con gioia a tutte le mie richieste di informazioni...
 
Tratto dall'Introduzione del libro "Non sono la mente, io sono il Sè"  a cura di David Godman, per le Edizioni Il Punto di Incontro.
 
Ulteriori approfondimenti presso il sito Mathru Sri Sarada

Chi è online

Abbiamo 213 visitatori e nessun utente online