Il gruppo che cura Vedanta.it inizia ad incontrarsi sul web a metà degli anni 90. Dopo aver dialogato su mailing list e forum per vent'anni, ha optato per questo forum semplificato e indirizzato alla visione di Shankara.
Si raccomanda di tenere il forum libero da conflittualità e oscurità di ogni genere.
Grazie

presentazione

Se siete appena appena iscritti, dovete scrivere una vostra presentazione che racconti il vostro percorso, prima di potere scrivere altrove. Ogni presentazione poco seria determina la cancellazione dell'utente.
gaetano.caimano
Messaggi: 4
Iscritto il: 06/12/2017, 12:11

presentazione

Messaggio da gaetano.caimano » 27/12/2017, 11:09

Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 27/12/2017, 14:21

Ciao Gaetano!
Mhhh... gruppi di meditazione e pratica advaita... mi suona strano.
L' advaita, per definizione, e da quello che ho capito in qualche anno di partecipazione in questo forum, è una pratica senza sostegno, quindi è essenzialmente solitaria, e la meditazione non è la stessa di quella insegnata dallo yoga.

È introspezione, osservazione, "bollitura nel proprio brodo di cottura", come amo dire io.

Poi magari qui puoi provare a condividere le tue esperienze al riguardo, se ci riesci e te lo fanno fare.

Io non sono più un gran sostenitore dei satsang, se non nelle forma analoghe a quelle per cui si passa il Natale in compagnia della propria famiglia...
IMHO, ovviamente!

Fabio
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/05/2017, 14:40

Re: presentazione

Messaggio da Fabio » 27/12/2017, 14:42

gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma
Mi accodo a questa richiesta.
Grazie

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 27/12/2017, 15:34

Fabio ha scritto:
27/12/2017, 14:42
gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma
Mi accodo a questa richiesta.
Grazie
Che bisogno c'è di accodarti? Siete in due a fare la stessa richiesta: è già un satsang. Mettetevi in contatto tra voi.

Fabio
Messaggi: 2
Iscritto il: 07/05/2017, 14:40

Re: presentazione

Messaggio da Fabio » 27/12/2017, 16:47

Mauro ha scritto:
27/12/2017, 15:34
Fabio ha scritto:
27/12/2017, 14:42
gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma
Mi accodo a questa richiesta.
Grazie
Che bisogno c'è di accodarti? Siete in due a fare la stessa richiesta: è già un satsang. Mettetevi in contatto tra voi.
Che bisogno c'è di rispondere sgarbatamente?

cielo
Messaggi: 540
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: presentazione

Messaggio da cielo » 27/12/2017, 17:07

gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma
Ciao Gaetano, benvenuto qui.
Dici che ti sei avvicinato all'Advaita vedanta: "il più alto sentiero metafisico che si conosca", quello in grado di scuotere le fondamenta stesse dell'essere in quanto io - apparenza e di trascendere ogni conoscenza relativa.
Hai letto qualche libro di Shankara, Raphael o Ramana che ti ha particolarmente coinvolto?
Di gruppi di meditazione e pratica dell'Advaita in zona mondo non ne conosco, così come non conosco pratiche che possano condurre all'esperienza del Soggetto-Testimone cosciente e immerso in uno stato interiorizzato di piena e costante identità con l'ātman, nonchè affrancato e distinto dallo spettacolo del divenire, oggetto di conoscenza mentale e relativa.
O meglio, l'unica pratica che conosco e che ritengo mi aiuti nel processo di svelamento di ciò che E', è quella di deporre la mente, in quanto strumento inadeguato, limitato e imperfetto per cogliere l'Assoluto, che solo ove realizzato potrà essere conosciuto. Ma la mia mente è indisciplinata e non riesco a domarla più di tanto.
Tecniche yoga adeguate (ascolto, riflessione, concentrazione, meditazione) possono indubbiamente aiutare il ricercatore a penetrare nel soggetto-conoscente-agente, testimone del Tutto, aiutandolo a realizzare la trascendenza dai dati fenomenici di cui la mente si alimenta, fino a tacitare il suo continuo lamento e la sua vorace speranza di ottenere qualcosa tramite un'azione e una scelta.

ortica
Messaggi: 134
Iscritto il: 17/03/2017, 10:29

Re: presentazione

Messaggio da ortica » 27/12/2017, 17:09

gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma

cosa intendi per meditazione? e cosa per Advaita?

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 27/12/2017, 17:58

Non volevo essere sgarbato, Fabio. Se sono apparso tale, chiedo scusa.

Avatar utente
cannaminor
Messaggi: 162
Iscritto il: 31/08/2016, 17:40

Re: presentazione

Messaggio da cannaminor » 27/12/2017, 18:26

gaetano.caimano ha scritto:
27/12/2017, 11:09
Un saluto a tutti i membri del forum Vedanta,
mi chiamo Gaetano e da poco tempo mi sono avvicinato all'Advaita Vedanta. Vivo a Roma e sono alla ricerca di un gruppo di meditazione e pratica dell'Advaita in zona Roma
Benvenuto innanzitutto,

poi a seguire avrei un paio di semplici domande che vorrei porti per capire\comprendere meglio i termini che usi.
Parto dalla prima in cui affermi di esserti avvicinato all'Advaita Vedanta; se posso chiedere avvicinato in che senso, con quale modalità? hai letto dei libri (se sì quali?) o per il tramite di un maestro-istruttore, nel qual caso chi, se ancora vivente, oppure, sempre chi anche nel caso di trapassato.

Quindi ti sto chiedendo quale è l'istruzione e per il tramite di chi\cosa questa istruzione ha e sta avendo luogo.

Passando alla seconda tua richiesta, del "gruppo di meditazione" e "pratica dell'Advaita Vedanta" di nuovo non posso che chiederti secondo quale scuola, insegnamento, istruzione poni tale domanda? Vengo più al sodo; dove hai tratto l'idea-informazione che in ambito "advaita vedanta" vi sia una meditazione ed una pratica da praticare-meditare? E le due, la meditazione e la pratica, solo legate-collegate secondo tue informazioni-istruzioni oppure l'una viaggia a prescindere dall'altra? Ed in ogni caso cosa tu intendi per meditazione (meditazione advaita?) e per pratica (sempre advaita?) ?

Lo so che sono tante domande ma servono a capire il contesto ed il significato che dai ai termini così che ci si possa comprendere meglio.

In ultimo, visto che questo forum ha dei riferimenti tradizionali ben precisi, sia come lignaggio che singolarmente, sono a chiederti se ne sei al corrente, se li conosci, oppure se sei capitato qui per caso, girovagando nel web.

Questo è quanto se potessi dire qualcosa in merito a tutto quanto chiesto te ne sarei grato. Comunque sempre facente parte della presentazione.

latriplice
Messaggi: 415
Iscritto il: 05/12/2016, 14:19

Re: presentazione

Messaggio da latriplice » 29/12/2017, 2:45

Si è spaventato :D

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 692
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: presentazione

Messaggio da Fedro » 29/12/2017, 3:39

latriplice ha scritto:
29/12/2017, 2:45
Si è spaventato :D
Davanti a delle semplici domande?
Son comunque lecite, visto che è mancato un minimo di auto presentazione di sé al forum.

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 29/12/2017, 7:53

Fedro ha scritto:
29/12/2017, 3:39
latriplice ha scritto:
29/12/2017, 2:45
Si è spaventato :D
Davanti a delle semplici domande?
Son comunque lecite, visto che è mancato un minimo di auto presentazione di sé al forum.
Anche io la penso come latriplice.
Vorrei fare una riflessione, dal momento che sto tentando di trarre insegnamenti anche da piccole cose.
Ho notato, nei nostri interventi, il mio compreso, una certa asprezza. Non so come definirla altrimenti.
Conoscendovi da anni la cosa non mi crea problemi. Anzi ho cominciato ad apprezzare gli interventi asciutti e le domande ficcanti di voi (noi) tutti, compresa la nostra cielo che tenta sempre di smussare gli angoli ma si vede- e come si vede!- il suo forte lavoro interiore che consuma e macera...
Capisco altresì una certa titubanza di un nuovo interlocutore che si trovi a rispondere a domande pesanti come sassi, e che ben mostrano -IMHO- cosa sia, sempre che vi sia, una sadhana advaita.

ortica
Messaggi: 134
Iscritto il: 17/03/2017, 10:29

Re: presentazione

Messaggio da ortica » 29/12/2017, 16:46

Mauro ha scritto:
29/12/2017, 7:53
Fedro ha scritto:
29/12/2017, 3:39
latriplice ha scritto:
29/12/2017, 2:45
Si è spaventato :D
Davanti a delle semplici domande?
Son comunque lecite, visto che è mancato un minimo di auto presentazione di sé al forum.
Anche io la penso come latriplice.
Vorrei fare una riflessione, dal momento che sto tentando di trarre insegnamenti anche da piccole cose.
Ho notato, nei nostri interventi, il mio compreso, una certa asprezza. Non so come definirla altrimenti.
Conoscendovi da anni la cosa non mi crea problemi. Anzi ho cominciato ad apprezzare gli interventi asciutti e le domande ficcanti di voi (noi) tutti, compresa la nostra cielo che tenta sempre di smussare gli angoli ma si vede- e come si vede!- il suo forte lavoro interiore che consuma e macera...
Capisco altresì una certa titubanza di un nuovo interlocutore che si trovi a rispondere a domande pesanti come sassi, e che ben mostrano -IMHO- cosa sia, sempre che vi sia, una sadhana advaita.
Non vedo asprezza nei nostri interventi, semmai il desiderio di comprendere.
E se non si stabilisce un linguaggio comune, comprendersi diventa molto difficile.

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 29/12/2017, 17:49

Va bene.
Chiamiamola "perentorietà nella formulazione delle domande", allora.
:)

ortica
Messaggi: 134
Iscritto il: 17/03/2017, 10:29

Re: presentazione

Messaggio da ortica » 29/12/2017, 18:04

Mauro ha scritto:
29/12/2017, 17:49
Va bene.
Chiamiamola "perentorietà nella formulazione delle domande", allora.
:)
Le domande sono domande e qui, tu lo sai bene, non s'infiocchetta.
Spesso mi chiedo come farebbe Pd, cerco un'ispirazione, ma si tratta di un pensiero ozioso perché non sono lui sotto alcun punto di vista e lui era imprevedibile.
Quindi, mi limito a domandare, senza fiocchetti.

Poi, se ci si spaventa per delle semplici domande, forse questo non è il posto giusto.

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 29/12/2017, 19:51

L' implacabilità delle domande, più ancora delle risposte, è una delle cose che ho appreso dalla palestra di pd.
Per quello ho pensato che il mio post venisse compreso da coloro ai quali era rivolto.

Mauro
Messaggi: 1066
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: presentazione

Messaggio da Mauro » 30/12/2017, 7:55

Fabio ha scritto:
27/12/2017, 16:47
Che bisogno c'è di rispondere sgarbatamente?
Oltre che a darmi dello sgarbato, ti va di offrire qualche altro contributo al forum?

gaetano.caimano
Messaggi: 4
Iscritto il: 06/12/2017, 12:11

Re: presentazione

Messaggio da gaetano.caimano » 17/01/2018, 8:59

buongiorno,
scusate il ritardo nella risposta, ma ho controllato solo ora il forum (non avevo impostato le notifiche nel forum).
Il mio percorso e' iniziato nel 2009 quando ho letto alcuni libri del Dalai Lama. Successivamente mi sono avvicinato ad uno Shanga di Tich Nath Hanh praticando con loro per un'anno circa. Successivamente ho frequentato due ritiri brevi di meditazione vipassana. Nella mia costante ricerca interiore ho scoperto l'induismo e ho iniziato ad leggere la Bhagavad Gita. Successivamente ho scoperto Ramana Maharishi e Nisargadatta Maharaj e mi hanno molto affascinato a differenza del buddhismo che vedo molto nozionistico e molto "razionale" sotto alcuni aspetti (ovviamente e' la mia opinione).
Da quello che ho capito, nell'Advaita non esiste una vera e propria meditazione come nel buddismo ma un'autoindagine. Sto iniziando a leggere gli articoli dei siti collegati al forum e i quaderni pubblicati in passato. Mi scuso se la mia terminologia sia inesatta ma ho ancora poche nozioni a riguardo. Non sono capitato a caso sul forum ma ho fatto una ricerca su google per trovare un forum e un sito di supporto e confronto. Sto cercando un guru, un punto di riferimento come guida iniziale nella sadhana.
Non vedo sgarbatezza nelle vostre domande ma solo necessita di capire, capisco che sono stato molto telegrafico e non conoscendo il mio background non potete darmi un supporto adeguato.
buona giornata a tutti, un saluto

latriplice
Messaggi: 415
Iscritto il: 05/12/2016, 14:19

Re: presentazione

Messaggio da latriplice » 17/01/2018, 13:28

Potrebbe interessarti questo:

viewtopic.php?f=13&t=156

gaetano.caimano
Messaggi: 4
Iscritto il: 06/12/2017, 12:11

Re: presentazione

Messaggio da gaetano.caimano » 17/01/2018, 13:32

latriplice ha scritto:
17/01/2018, 13:28
Potrebbe interessarti questo:

viewtopic.php?f=13&t=156
grazie mille

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite