Il gruppo che cura Vedanta.it inizia ad incontrarsi sul web a metà degli anni 90. Dopo aver dialogato su mailing list e forum per vent'anni, ha optato per questo forum semplificato e indirizzato alla visione di Shankara.
Si raccomanda di tenere il forum libero da conflittualità e oscurità di ogni genere.
Grazie

Pensiero del Giorno

Utilizzate questo forum per qualsiasi argomento non categorizzato altrove.
cielo
Messaggi: 796
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da cielo » 06/01/2017, 10:33

«È il discepolo a rendere tale il Maestro»
I Maestri sono pochi, pochissimi, e ancor meno sono gli aspiranti discepoli qualificati che riescono ad arrivare ai piedi di un Maestro.
Sono invece tanti coloro che sono pronti, più o meno consapevolmente, ad indossare i loro panni per l'attrazione, per l'esclusivo (il sentirsi diversi) e per la necessità dell'evidenza (l'apparire diversi).
Perché meravigliarsi? Fra coloro che indossano fraudolentemente i panni di Maestro e coloro che non li vorrebbero mai indossare, c'è l'intera umanità.
Solo che è difficile da accettare la necessità di una disciplina del sacro. In Occidente le scuole tradizionali sono scomparse da secoli. Manca addirittura l'idea di cosa sia una disciplina del sacro.
Una disciplina che insegni a centrare l'attenzione sulla percezione presente, scremandola sempre più della soggettività, arrivando così a sciogliere l'individuazione dell'essere, affinché questi sia la presenza costante, l'essenza che è e non diviene.

Bodhananda, Vie, mete e aspiranti 29 gennaio 2006

Avatar utente
NowHere
Messaggi: 151
Iscritto il: 03/12/2016, 21:08
Località: Napoli

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da NowHere » 06/01/2017, 10:39

Quello che pensa non mediante la mente, quello dal quale la mente è pensata, sappi che Quello è il Brahman e non questo che gli uomini venerano qui.

Quello che vede non mediante gli occhi, quello attraverso il quale l’occhio vede le immagini, Quello è il Brahman e non questo che gli uomini venerano qui.

Quello che sente non mediante l'orecchio, quello attraverso il quale l'orecchio sente ciò che ode, Quello è il Brahman e non questo che gli uomini venerano qui.

Kena Upanisad, in http://www.gianfrancobertagni.it/materi ... a/kena.htm

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 09/01/2017, 8:14

"Occorre distinguere tra Brahman in sé e l'idea che ci si fa di Brahman, tra Brahman quando esso è e Brahman quale oggetto o semplice oggettivazione mentale. L'uomo oggettivizza il Reale, antropomorfizza la Divinità e proietta nell'assoluto persino l'idea del bene e del male."

Raphael (Alle fonti della vita, ed.Parmenides)

cielo
Messaggi: 796
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da cielo » 09/01/2017, 19:04

L'unità oltre la dualità

Egli è il tutto nel tutto.
C'è qualcuno che pensa che l'oceano sia solo ciò che appare sulla sua superficie?
Osservando le sue gradazioni di colore ed i suoi movimenti, un occhio acuto può percepire indicazioni sulle insondabili profondità di quell'oceano.
La misericordia e la pietà Divina sono un oceano senza limiti che fornisce un'infinita varietà di vedute a chi naviga sulla sua superficie; ma il più grande stupore ed appagamento è serbato per quelle "creature del mare" per le quali la misericordia Divina è divenuta il proprio elemento.
Il Signore ci chiama all'Amore Divino con una attrazione che è innata nei nostri cuori, ad un amore che può essere compreso e riconosciuto come Divino da alcuni, mentre per altri è sentito indirettamente come amore per le Sue creature o per il creato.
Ad ogni modo le redini del nostro cuore ci dirigono verso quegli Oceani di Misericordia, così come il nostro corpo fisico è attratto dal mare quando è gentile e calmo.
Tramite la rivelazione dei testi sacri e grazie all'esempio mostratoci dai Profeti e dai Santi, tutti gli esseri umani sono in contatto con questi oceani.
Per l'uomo in genere queste rivelazioni sono come vascelli o manuali per la costruzione e la manutenzione delle imbarcazioni che solcano i vasti mari, ma a coloro che sanno leggere tra le righe una grande rivelazione appare: noi apparteniamo a quel mare, il nostro posto, la nostra casa è nelle sue profondità, non sulla sua superficie.

Brano di un discorso del Mawlana Shaykh Muhammad Nazim Adil al Haqqani, "l'Imam della gente sincera", radice delll'Ordine sufi Naqshbandi.
Immagine

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 12/01/2017, 7:44

"Ci sono dei segni che indicano la Perfetta Conoscenza.
Uno di essi è che si smette di argomentare.
Il burro frigge e scoppietta finchè non è cotto a puntino"

(Ramakrishna)

seva
Messaggi: 126
Iscritto il: 29/09/2016, 11:45

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da seva » 15/01/2017, 10:59

D. Si dice che il Buddha abbia sempre ignorato le domande sul Divino o sulla Realtà ultima.

M. Infatti proprio per questo motivo è stato definito un nichilista (śūnyavādin). In realtà l’interesse del Buddha era di stimolare il ricercatore a realizzare la Beatitudine nel presente piuttosto che assecondare disquisizioni accademiche sulla Divinità.
Ramana Maharshi, Il Vangelo, Edizioni I Pitagorici.

anam

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da anam » 19/01/2017, 10:09

"Ebbene, o Socrate - disse Critone - hai nessun ordine da dare a questi tuoi amici o a me per i tuoi figlioli o per altra persona o cosa? che cosa possiamo fare per te che ti sia particolarmente gradito?"
"Quello - rispose - che dico sempre, o Critone, niente di nuovo: che se voi avrete cura di voi medesimi, farete cosa grata a me e ai miei e a voi stessi qualunque cosa facciate, anche se ora non mi promettete niente; se invece non avrete cura di voi e non vorrete vivere seguendo le tracce di quel che s’è detto ora e in ragionamenti precedenti, non vale che v’affanniate a ripeterne di gran promesse in questo momento; non farete niente di meglio".
...

E i più di noi fino a quel momento erano pur riusciti alla meglio a trattenersi dal piangere; ma quando lo vedemmo bere, e che aveva bevuto, allora non più; e anche a me, contro ogni mio sforzo, le lacrime caddero giù a fiotti; e mi coprii il capo e piansi me stesso: ché certo non lui io piangevo, ma la sventura mia, di tale amico restavo abbandonato! E Critone, anche prima di me, non riuscendo a frenare il pianto, s’era alzato per andar via. E Apollodoro, che già anche prima non avea mai lasciato di piangere, allora scoppiò in singhiozzi; e tanto piangeva e gemeva che niuno ci fu di noi lì presenti che non se ne sentisse spezzare il cuore: all’infuori di lui, di Socrate. E anzi, Socrate: "Che stranezza è mai questa - disse - o amici? Non per altra cagione io feci allontanare le donne, perché non commettessero di tali discordanze. E ho anche sentito che con parole di lieto augurio bisogna morire. Orsù, dunque, state quieti e siate forti".
E noi, a udirlo, ci vergognammo, e ci trattenemmo dal piangere.
...

e disse, e fu l’ultima volta che udimmo la sua voce, "O Critone - disse - noi siamo debitori di un gallo ad Asclèpio: dateglielo e non ve ne dimenticate".
...

Questa, o Echècrate, fu la fine dell’amico nostro: un uomo, noi possiamo dirlo, di quelli che allora conoscemmo il migliore; e senza paragone il più savio e il più giusto.




Platone
Fedone, morte di Socrate
LXIV, LXVI, LXVII

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 20/01/2017, 8:08

IL SEGRETO

Qualcuno potrebbe supporre che esistano delle conoscenze segrete che una volta conosciute rendano la vita più semplice, diano grande potere e, infine, diano la realizzazione.
Ci sono persone alla continua ricerca di queste conoscenze, esplorano libri, esplorano luoghi, esplorano la storia, esplorano il respiro, esplorano il corpo, esplorano la loro mente, ma non esplorano sé stesse.
Se si esplorassero praticando il Vedānta o qualsiasi altra filosofia realizzativa equivalente, scoprirebbero il segreto fondamentale del cammino spirituale, che potremmo sintetizzare in tre parole: “Praticare quanto realizzato”. Ecco il segreto su cui si basa tutta la pratica. Il “Sii ciò che sei” che implica e comprende il “Conosci te stesso”.

(Premadharma, Note interne)

anam

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da anam » 24/01/2017, 15:21

Ottenere la grazia di Dio e dei più grandi tra i suoi figli, queste sono le due vie maestre che conducono al Divino. È molto difficile ottenere la compagnia di questi figli della luce; cinque minuti in loro compagnia possono cambiare una vita intera, e se lo vorrete davvero, qualche cosa arriverà. La presenza di qualcuno che ama Dio rende un luogo sacro, "tale è la gloria dei figli del Signore". Essi sono Lui e, quando parlano, le loro parole sono sacre Scritture. I luoghi in cui sono stati sono pieni delle loro vibrazioni, e chi vi si reca può avvertirle e diventare a propria volta sacro.

Discorsi ispirati. Swami Vivekananda
edizioni I Pitagorici

Mauro
Messaggi: 1116
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Mauro » 25/01/2017, 16:49

«Tradizione è conservare il fuoco, non adorare le ceneri»
Gustav Mahler

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 28/01/2017, 9:01

“Per la maggior parte di noi, c'è solo un presente a cui non partecipiamo.”
T.S. Eliot

“Non si vive e non si perde che il presente.”

M. Aurelio

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 29/01/2017, 8:07

Di che è mancanza questa mancanza,
cuore,
che a un tratto ne
sei pieno?
di che?
Rotta la diga
t’inonda e ti sommerge
la piena della tua indigenza…
Viene,
forse viene,
da oltre te
un richiamo
che ora perché agonizzi non ascolti.
Ma c’è, ne custodisce
forza e canto
la musica perpetua ritornerà.
Sii calmo.

Mario Luzi

latriplice
Messaggi: 589
Iscritto il: 05/12/2016, 14:19

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da latriplice » 29/01/2017, 13:26

La Liberazione integrale non si ottiene osservando semplicemente digiuni o particolari riti, ma con la Conoscenza (Gnosi) che sola può risolvere la causalità, il tempo e lo spazio, escludendo altresì ogni eventuale ricaduta nell'ignoranza-inscienza.

Raphael, La Triplice Via del Fuoco pag. 194

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 31/01/2017, 7:24

"Un buon vivente sente la vita, egli è un servitore della vita. Il miglior modo di vivere è servire. E’ ciò che si produce naturalmente quando si smette di credere di essere ciò che non si è. Finché ci prendiamo per un’immagine, siamo in un’enorme miseria e non possiamo fare altro che approdare ogni mattina nella nostra giornata volendo riempirsi, servirsi. "

JEAN BOUCHART D'ORVAL

Mauro
Messaggi: 1116
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Mauro » 31/01/2017, 9:50

"Yesterday is history, tomorrow is a mystery, today is God's gift, that's why we call it the present"
Joan Rivers (attrice)

P.S. Ho mantenuto la lingua originale per non snaturare il significato della frase.

Avatar utente
NowHere
Messaggi: 151
Iscritto il: 03/12/2016, 21:08
Località: Napoli

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da NowHere » 31/01/2017, 11:32

A - A volte mi creo l'idea che i grandi Esseri siano continuamente afflitti per la sofferenza degli uomini.

R - Gli "Dei" non piangono le sofferenze degli uomini, né la loro morte. Nascita e morte, sofferenza e felicità, bene e male possono esistere solo nel mondo di maya.

A - E in che cosa lo perdono il loro tempo?

R - Non in chiacchiere, in pianti, in angosce o in esultanze fuori posto, perdendo appunto del tempo, ma utilizzano la loro vita donando innocentemente Armonia allo spazio.
Quando il fiore espande il suo profumo non compie alcuna azione; quel profumo non è altro che l'irraggiamento della sua natura.

Tratto da Raphael, Tat Tvam Asi, Edizioni Asram Vidya, © 1977, pag. 132

Mauro
Messaggi: 1116
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Mauro » 01/02/2017, 17:51

"L'amante è come l'aquilone: quando ne perdi il controllo, allenta il filo, lascialo andare.
Quando ne hai il controllo riportalo a te".

(Dal film "Earth", Deepa Metha)

Mauro
Messaggi: 1116
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Mauro » 02/02/2017, 18:50

Mauro ha scritto:
01/02/2017, 17:51
"L'amante è come l'aquilone: quando ne perdi il controllo, allenta il filo, lascialo andare.
Quando ne hai il controllo riportalo a te".

(Dal film "Earth", Deepa Metha)
Lo potete trovare qui, dal minuto 1:54 al minuto 2:02
https://www.youtube.com/watch?v=pVF4TfAYPZk

anam

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da anam » 03/02/2017, 0:30

Un devoto di nome Amritanatha Yati scrisse su carta un verso in Malayalam, dove implorava Bhagavan di spiegargli chi fosse, fra Hari (Vishnu), Sivaguru (Subrahmanya), Yativara (Siva) e Vararuchi. Bhagavan scrisse la sua risposta nello stesso pezzo di carta, usando la medesima metrica. Qui ne riportiamo la traduzione.

Nei recessi del Cuore a forma di loto di ognuno, iniziando da Vishnu, là il Paramatman brilla come puro Intelletto (Consapevolezza assoluta): è lo stesso Arunachala Ramana.
Quando la mente si scioglie d’amore per Lui e raggiunge i recessi più profondi del Cuore, là dove Egli risiede come l’Amato, si apre il sottile occhio del puro intelletto ed Egli rivela Sé stesso come pura Consapevolezza.


Quaderno Advaita & Vedanta nr. 2
Associazione italiana Ramana Maharshi
Arunachala Ramana.
9 maggio 2006

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 945
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Pensiero del Giorno

Messaggio da Fedro » 04/02/2017, 7:32

"non ritengo che una disquisizione su questi argomenti, possa essere un bene per gli uomini, se non per quei pochi che sono capaci, dopo poche indicazioni, di trovare da soli la verità; degli altri alcuni si gonfierebbero di un ingiustificato disprezzo, e ciò non è bene, altri di una superba e vuota fiducia, come se avessero appreso qualcosa di sublime"

(Platone, Lettera VII)

Rispondi