Pagina 21 di 21

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 01/07/2021, 15:01
da Fedro
A quale riva vorresti traghettarti, oh cuore mio?
Nessuno è in viaggio,
davanti a te, non c'è alcuna strada.
Dov'è il movimento,
dov'è la quiete su quella riva?
Non c'è acqua.
Né c'è barca
né c'è barcaiolo.
Non c'è fune a sufficienza per alare
la barca, né c'è un uomo che la tiri.
Né terra, né cielo, né tempo né altro, là.
Né riva né guado!
Là non vi sono né corpo né mente.
E dov'è il luogo che spegnerà la sete dell'anima?
Non troverai nulla in quel vuoto.
Sii forte, entra nel tuo stesso corpo;
poiché là lo sgabello è ben saldo.
Valuta bene tutto ciò, o cuore mio!
Non andare altrove.
Kabīr dice: "Abbandona ogni fantasia e rimani fermo in ciò che sei".

Kabīr

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 03/07/2021, 12:39
da Fedro
«Amore è il fatto che tu sei per me il coltello col quale frugo dentro me stesso».

Lettere a Milena
Franz Kafka, nato oggi

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 08/08/2021, 21:29
da Fedro
Le persone viaggiano per stupirsi delle montagne, dei mari, dei fiumi, delle stelle; e passano accanto a se stessi senza meravigliarsi.

Sant'Agostino

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 09/08/2021, 8:56
da cielo
«Per me Dio è Verità e Amore; Dio è etica e moralità; Dio è assenza di paura.

Dio è la fonte della Luce e della Vita e tuttavia Egli è al di sopra e al di là di queste.

Dio è coscienza.

È lo stesso ateismo degli atei. Perché, nel Suo infinito amore, Dio permette all'ateo di esistere.

Egli è il cercatore di cuori. [...]

È un Dio personale per quelli che hanno bisogno della Sua personale presenza.

È un Dio in carne e ossa per quelli che hanno bisogno della Sua carezza.

È la più pura essenza. [...]

È tutte le cose per tutti gli uomini.

È in noi e tuttavia al di sopra e al di là di noi.»

Mahatma Gandhi da "Il mio credo, il mio pensiero", traduzione di Lucio Angelini, Grandi Tascabili Economici Newton 1995 (citazione in wikipedia)

Immagine

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 20/09/2021, 15:49
da Fedro
"Infine, ciò che è oscuro è la cosiddetta ricerca spirituale. Ciò che è oscuro è vedere insegnanti di yoga ad ogni angolo. Ciò che è oscuro è la ricerca spirituale moderna, è questa specie di fuga dal momento.
D'altra parte, ciò che è di buon auspicio è la guerra che si avvicina, i cataclismi che arrivano, perché interrogano profondamente l'essere umano, gli fanno porre domande vere.
Tutto il resto lo fa dormire.
Quindi deve essere molto chiaro che lo stato del mondo è la sua occasione. Se gli dei fanno beneficiare il mondo di questi movimenti, è il dono supremo. Purtroppo, ci sono momenti in cui il cataclisma è l'unico modo per mettersi in discussione. Nella loro generosità, gli dei, credo, ci aiuteranno sempre di più in questa direzione.
Tutto questo romanticismo dello yoga, dell'Oriente, della spiritualità, tutte queste tecniche spirituali di progressione, di purificazione, sono in realtà dei secoli bui. Sono davvero uno spreco di denaro, di energia. Un giorno spariranno completamente e, a quel punto, forse avremo bisogno di meno cataclismi per svegliarci."

Éric Baret

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 08/10/2021, 19:15
da Fedro
L ' autoindagine è l'arte di capire perché non puoi sostenere la consapevolezza costante della tua natura spirituale.

Cosa ti distrae e ti coinvolge in un dramma personale?


(Jac O' Keeffe)

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 19/10/2021, 7:58
da Fedro
"La vita dell'io è una lotta incessante per appagare ed espandere se stesso, per compensarsi; e pur di sopravvivere, esso s'inventa ideali addirittura sublimi, ma che poi si dimostrano evasioni."

(Raphael)

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 24/10/2021, 15:20
da cielo
"Il più generoso tra tutti gli dei che gli uomini inventarono, è quello che, unendo molte solitudini ne fa un giorno di allegria".

Callistrato di Afidna, politico ateniese.


Immagine

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 25/10/2021, 2:51
da latriplice
"Colui che dice che ha realizzato il Sé e che ora dimora in esso, è una persona ignorante. Quando la tua ignoranza scompare, non saprai che è scomparsa. Quando realizzi il Sé, non saprai di averlo realizzato, come quando sei nel sonno profondo e non sai di essere nel sonno profondo.

Questa è liberazione (moksha).

Se sai qualcosa sei destinato a soffrire. Anche sapere che sono illuminato, che il mondo è un sogno, che sono il Sé infinito.....tutto questo non sarà altro che sofferenza per te.

Fino a quando sosterrai di conoscere qualcosa, soffrirai. La vera conoscenza del Sé (atma jnana) avviene quando non c'è più il conoscitore, la conoscenza ed il conosciuto, poiché conoscere il Sé significa essere il Sé, non di conoscere qualcosa.

Nessuno ha mai conosciuto il Sé, ma può solo esserlo. "


Ira Schepetin

Re: Pensiero del Giorno

Inviato: 25/11/2021, 8:06
da Fedro
"Non ci sono primi della classe, né esperti, né Maestri, se non quelli che ti spingono a conoscere in prima persona, a ferirti e medicarti, e al massimo ti preparano bende e cerotti per quando sosti un momento e li guardi disperato negli occhi: la disperazione dei cani quando non capiscono i nostri comportamenti discontinui. In ognuno di noi c’è un cane spaventato dalla discontinuità dell’esperienza.
Una buona pratica, preliminare a qualunque altra, è la pratica della meraviglia. Esercitarsi a non sapere e a meravigliarsi.
Guardarsi attorno e lasciar andare il concetto di albero, strada, casa, mare e guardare con sguardo che ignora il risaputo e vede ora.
La pratica della meraviglia è una pratica che cura anche il cuore piú ferito della terra.
Si può andare a trovare un piccolissimo pezzo di prato, un pizzico di prato c’è sempre, anche in città. E guardare. A lungo.
Si apre un universo minimo. Infinite vicende, mutamenti, arrivi, partenze, forme sempre piú piccole man mano che lo sguardo si limita a vedere.
Esercitare la meraviglia cura il cuore malato che ha potuto esercitare solo la paura."

(Chandra Livia Candiani - da "Questo immenso non sapere")