Il gruppo che cura Vedanta.it inizia ad incontrarsi sul web a metà degli anni 90. Dopo aver dialogato su mailing list e forum per vent'anni, ha optato per questo forum semplificato e indirizzato alla visione di Shankara.
Si raccomanda di tenere il forum libero da conflittualità e oscurità di ogni genere.
Grazie

Il respiro dell'Uno

Teoria e dottrina.
Rispondi
Avatar utente
Fedro
Messaggi: 993
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Il respiro dell'Uno

Messaggio da Fedro » 27/02/2022, 12:01

"nulla che non muti in continua rigenerazione può avere presunzione di eterno. Solo l'immutabile non è in grado di adattarsi al tema dominante della via: il respiro dell'Uno. (Sigife Auslese)

A distanza di dieci anni e più dai primi dialoghi con Bodhananda, quello che viene in evidenza sempre più per me, è quello che già da allora cercava di dirmi:
non vi sono scorciatoie, né lo è dunque una via cosidetta diretta.
Inoltre mi metteva in guardia dalle mie semplificazioni mentali, rispetto a ciò che era una semplice ma ardua via integrale, ovvero dell'essenza di essere o dell'essente, come amava definirlo.
Il messaggio non dualista si presta facilmente ad essere frainteso, producendo talvolta una semplificazione mentale che ci porta a spostarci ora in avanti (non dualismo) ora indietro (dualismo) non lasciandoci osservare che il cammino si pone in mezzo ai due guadi, senza dover scegliere, ma vivendoli integralmente ambedue, laddove anche il Respiro dell'Uno proviene dal due in esso contenuto. Non possiamo negare nessuno aspetto rispetto ad un'altro, anche se provenisse da Maya, né proporre un primato che schiacci l'altro, anche se fosse un impronta nel cielo. Il Dolore che produce questa sconnessione, quando ci poniamo solo da una parte, è ovviamente sempre parto del due, ma è quello che consente quel Respiro che è dell'Uno, la vita stessa, oltre ogni connotazione personale, comunque dell'essente.
Questo il mio punto di vista del momento, per come lo vivo adesso

Rispondi