Il gruppo che cura Vedanta.it inizia ad incontrarsi sul web a metà degli anni 90. Dopo aver dialogato su mailing list e forum per vent'anni, ha optato per questo forum semplificato e indirizzato alla visione di Shankara.
Si raccomanda di tenere il forum libero da conflittualità e oscurità di ogni genere.
Grazie

Cos'è il karma yoga?

La via dell'azione comprende le pratiche ripetute: hatha yoga, mantra yoga, laya yoga, sabda yoga, tantra.
Avatar utente
Fedro
Messaggi: 810
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Fedro » 22/02/2017, 9:22


Puoi rispondere alla mia domanda prima di partire in quarta? Altrimenti i tuoi sono solo monologhi.
Non sono partito in quarta, ho solo aggiunto il complemento oggetto che aspettavi:
avere consapevolezza che la vita è ecc...

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 9:45

Fedro.
Avevi scritto:

Appunto dicevo che non è per niente da neofiti per come si era impostata l'argomentazione: devi sentirlo, devi viverlo, devi averne consapevolezza, altrimenti non puoi vivere nel distacco (dei frutti dell'azione)

Devi sentire cosa?
Devi vivere cosa?
Devi avere consapevolezza di cosa?

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 810
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Fedro » 22/02/2017, 9:52

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 9:45
Fedro.
Avevi scritto:

Appunto dicevo che non è per niente da neofiti per come si era impostata l'argomentazione: devi sentirlo, devi viverlo, devi averne consapevolezza, altrimenti non puoi vivere nel distacco (dei frutti dell'azione)

Devi sentire cosa?
Devi vivere cosa?
Devi avere consapevolezza di cosa?
Mauro ci sei o ci fai?
Te l'ho appena scritto!
Sentire, vivere, avere la consapevolezza che:
la vita è solo servizio ecc..devo riscriverlo tutto?

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 10:02

No. Tu ci fai o ci sei.
Se scrivi sentirlo„ viverlo etc, non ti riferivi alla vita, che è un nome femminile.
Ti riferivi ad un nome maschile.

Aspe forse ho capito: sentirlo, viverlo... sentire, vivere il fatto che la vita è solo servizio...
È così?

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 810
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Fedro » 22/02/2017, 10:20

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 10:02
No. Tu ci fai o ci sei.
Se scrivi sentirlo„ viverlo etc, non ti riferivi alla vita, che è un nome femminile.
Ti riferivi ad un nome maschile.

Aspe forse ho capito: sentirlo, viverlo... sentire, vivere il fatto che la vita è solo servizio...
È così?
Si

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 10:32

E mentre vivi questa vita di servizio, stai in condizioni di ignoranza o di consapevolezza?

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 810
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Fedro » 22/02/2017, 10:44

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 10:32
E mentre vivi questa vita di servizio, stai in condizioni di ignoranza o di consapevolezza?
Quando non mi lascio andare alle lagne o ai sogni da realizzare, quindi quando non vivo nell'incosapevolezza che è ignoranza, allora vedo la direzione, è che è il servizio, o dharma personale, che ho da seguire:
quello di lavorare per sfamare i miei figli, educarli alla vita per quel che mi compete, ecc.

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 10:48

Quindi consapevolezza e servizio viaggiano assieme, secondo te?
E ritieni che si possa fare servizio in inconsapevolezza?

Avatar utente
Fedro
Messaggi: 810
Iscritto il: 31/08/2016, 18:21

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Fedro » 22/02/2017, 10:50

E ritieni che si possa fare servizio in inconsapevolezza?
Credo che in tal caso si segua l'idea di un servizio:
può andare bene...
oppure si può divenire "fanatici" del servizio

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 10:53

Mi sono un pò perso, ma va bene uguale.
Grazie per le risposte.

A cielo: prima di postare nuovi argomenti, valutane le conseguenze: anche questo è karma yoga! :P

cielo
Messaggi: 635
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da cielo » 22/02/2017, 14:22

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 10:53
Mi sono un pò perso, ma va bene uguale.
Grazie per le risposte.

A cielo: prima di postare nuovi argomenti, valutane le conseguenze: anche questo è karma yoga! :P
Quali nuovi argomenti?

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 14:48

cielo ha scritto:
22/02/2017, 14:22
Mauro ha scritto:
22/02/2017, 10:53
Mi sono un pò perso, ma va bene uguale.
Grazie per le risposte.

A cielo: prima di postare nuovi argomenti, valutane le conseguenze: anche questo è karma yoga! :P
Quali nuovi argomenti?
Quelli che intendi postare nel futuro a grappolo

cielo
Messaggi: 635
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da cielo » 22/02/2017, 17:13

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 14:48
cielo ha scritto:
22/02/2017, 14:22
Mauro ha scritto:
22/02/2017, 10:53
Mi sono un pò perso, ma va bene uguale.
Grazie per le risposte.

A cielo: prima di postare nuovi argomenti, valutane le conseguenze: anche questo è karma yoga! :P
Quali nuovi argomenti?
Quelli che intendi postare nel futuro a grappolo

allora eviterò

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 18:38

Scherzavo.
Puoi continuare a postare tutti gli argomenti che vuoi, ovviamente.
Però a vostro rischio e pericolo.
Tu sfrucugli e poi nascono discussioni interminabili.

Avatar utente
NowHere
Messaggi: 151
Iscritto il: 03/12/2016, 21:08
Località: Napoli

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da NowHere » 22/02/2017, 18:57

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 18:38
Scherzavo.
Puoi continuare a postare tutti gli argomenti che vuoi, ovviamente.
Però a vostro rischio e pericolo.
Tu sfrucugli e poi nascono discussioni interminabili.
:lol:

cielo
Messaggi: 635
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da cielo » 22/02/2017, 18:59

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 18:38
Scherzavo.
Puoi continuare a postare tutti gli argomenti che vuoi, ovviamente.
Però a vostro rischio e pericolo.
Tu sfrucugli e poi nascono discussioni interminabili.

Bene.
Mi muovo a random, a volte. Così gironzolo nel vecchio forum e pesco.
Non percepisco, "io", rischi o pericoli, anche perchè è evidente che nei forum si tende ad un tipo di intrattenimento che privilegia la discussione tra visioni e punti di vista tendenzialmente diversi, per questo, pur citando o addirittura postando senza alcun commento brani o dialoghi altrui, non mi turba particolarmente lo sviluppo di discussioni interminabili, tanto prima o poi terminano, per forza d'inerzia.
In ogni caso non lo faccio con l'intento di sfruculiare.
[sfruculiare (o sfrucugliare, sfruguliare) v. tr. [der. del lat. fricare «fregare», col pref. s- (nel sign. 6)] (io sfrucùlio e, nell’uso dial., sfruculéio o sfruculéo), region. – Stuzzicare, punzecchiare insistentemente: s. un foruncolo; prendere in giro in tono familiare e amichevole: mi sfruculia sempre; insomma cominciano a sfrucugliarlo, anzi continuano ... finché lui perde la pazienza (Buzzati).]

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 22/02/2017, 19:09

Ma lo so cosa vuol significare "sfrucugliare" :)
Comunque non condivido due cose che hai scritto.
1) non è propriamente vero che si confrontano punti di vista. In genere si pongono visioni ultimative e scarsamente soggette a ripensamento: in definitiva: condivisione molto ridotta.
2) non condivido la tua decisione di postare stralci di dialoghi o citazioni senza inserire il tuo punto di vista.
Ritengo anzi che sarebbe corretto, da parte di chiunque posti una riflessione altrui o una citazione, posporre una sua glossa, che chiarisca, in parole sue, il senso di quanto postato, e una relativa propria riflessione sul tema inerente.

cielo
Messaggi: 635
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da cielo » 22/02/2017, 20:40

Mauro ha scritto:
22/02/2017, 19:09
Ma lo so cosa vuol significare "sfrucugliare" :)
Comunque non condivido due cose che hai scritto.
1) non è propriamente vero che si confrontano punti di vista. In genere si pongono visioni ultimative e scarsamente soggette a ripensamento: in definitiva: condivisione molto ridotta.
2) non condivido la tua decisione di postare stralci di dialoghi o citazioni senza inserire il tuo punto di vista.
Ritengo anzi che sarebbe corretto, da parte di chiunque posti una riflessione altrui o una citazione, posporre una sua glossa, che chiarisca, in parole sue, il senso di quanto postato, e una relativa propria riflessione sul tema inerente.

Sì, sul punto 1, in genere è così, ci vuole una certa consapevolezza per riconoscere che la propria visione è "una" visione tra altre di pari dignità e non "la visione" più aderente a quella eventualmente offerta in condivisione. La mente si pasce di certezze senza rendersi conto che spesso si stratificano credenze e interpetazioni destinate a frantumarsi, costantemente in mutazione (si spera, perchè se si cristallizzano è ancora peggio).
A un certo punto bisognerà togliersi gli occhiali colorati, ma non è facile anche perchè il Sole abbaglia.

Anche sul punto 2, direi che hai ragione, solo che nel mio caso specifico, porto avanti da anni un'azione di recupero di brani di Bodhananda della vecchia ml e ultimamente anche di salvataggio di post di autori vari che prima erano pubblici e ora non lo sono più, avendo chiuso il forum pitagorico ed essendo cambiate anche le modalità di moderazione, qui oramai affidata al buon senso di ciascuno.
Come scelta "editoriale", soprattutto per i dialoghi, si è preferito orientarsi alla spersonalizzazione degli scritti, depurandoli da elementi personali o legati a situazioni specifiche del passato, in modo da renderli attuali e fruibili da tutti.
Un lavoro di distillazione, per conservare e preservare le essenze.
Il mio impegno è stato così orientato, di conseguenza non sempre ho un punto di vista maturo da offrire. Può capitare a volte, anche rileggendo quanto postato, che sorga un'istanza di condivisione, e allora lo si fa.
Un archivista, è un archivista. E poi chiarire il senso non è mia competenza. Certi autori "parlano chiaro", e si corre il rischio di oscurare invece di chiarire il senso.
Però consolati, sto lavorando davvero poco rispetto ad altri periodi, la condivisione si è effettivamente ridotta. A volte si ha l'impressione che le cose da dire si riducano sempre più.

Mauro
Messaggi: 1108
Iscritto il: 02/10/2016, 15:06

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da Mauro » 23/02/2017, 7:27

Devo dirti la verità. Non riguarda te ma parlo in generale.
Spesso il forum è in silenzio. Parrebbe che si sta esaurendo la "smania di dire", e la cosa sarebbe positiva: si sta esaurendo la vis dialettica che alimenta la mente.
Ma a mio avviso non è così.
Il silenzio è un silenzio vero o brace che cova sotto la cenere?
Per me è la seconda ipotesi, che suffrago in base a due elementi:
1) guardo me. In me la brace cova sempre sotto la cenere, e noto che talvolta (non sempre, veh) ancora utilizzo argomenti atti a "smuovere le acque", per tentare di spegnere questa brace.
2) guardo gli altri e-non so se sia brace- ma noto un analogo atteggiamento di contrapposizione e poca chiarezza volta ad alimentare (e non smorzare) il fuoco. Quindi il silenzio che vedo talvolta su questo forum, non lo vedo come espressione di pacificazione, ma come una pentola a pressione che non ha ancora cominciato a fischiare.

cielo
Messaggi: 635
Iscritto il: 01/10/2016, 20:34

Re: Cos'è il karma yoga?

Messaggio da cielo » 23/02/2017, 10:39

Mauro ha scritto:
23/02/2017, 7:27
Devo dirti la verità. Non riguarda te ma parlo in generale.
Spesso il forum è in silenzio. Parrebbe che si sta esaurendo la "smania di dire", e la cosa sarebbe positiva: si sta esaurendo la vis dialettica che alimenta la mente.
Ma a mio avviso non è così.
Il silenzio è un silenzio vero o brace che cova sotto la cenere?
Per me è la seconda ipotesi, che suffrago in base a due elementi:
1) guardo me. In me la brace cova sempre sotto la cenere, e noto che talvolta (non sempre, veh) ancora utilizzo argomenti atti a "smuovere le acque", per tentare di spegnere questa brace.
2) guardo gli altri e-non so se sia brace- ma noto un analogo atteggiamento di contrapposizione e poca chiarezza volta ad alimentare (e non smorzare) il fuoco. Quindi il silenzio che vedo talvolta su questo forum, non lo vedo come espressione di pacificazione, ma come una pentola a pressione che non ha ancora cominciato a fischiare.

Condivido, ma domandiamoci perchè accada e che cosa sia quella brace che cova sotto la cenere.
Cosa stiamo cercando? La mente oscilla nella sua ricerca di felicità assoluta (di "immortalità"), ma la cerca nel posto sbagliato, nel relativo dove cozza contro le sue stesse istanze e aspettative.
Nel relativo non c'è alcuna possibilità di affrancarsi dall'oscillazione degli opposti: piacere e dolore, chiarezza e oscurità.
La vita stessa è il frutto di un equilibrio perduto. Siamo "trascinati" nell'incarnazione dalla crescita dei semi piantati e giunti a compimento.
Come sfuggire o meglio come ristabilire l'equilibrio perduto e accettare di essere un'increspatura di onda che si muove sulla superficie di un mare senza sponde, infinito?
"Smuovere" le acque è vedere le onde, ma non il lago.
L'onda vive la tensione degli opposti, nasce e muore.
Sperimenta piacere, ma presto ricade nel dolore.
Viene detto che più l'anima è avanzata e più velocemente si susseguono questi stati alterni.
Mi son chiesta perchè. Forse perchè è più rapido il distacco dall'ombra di maya, e si torna al centro immobile interiore, ma nello stesso tempo si subisce la gioia stessa e si torna (con maggiore consapevolezza e accettazione) al mondo relativo, incarnando il karma-dharma senza più ribellioni?
All'inzio di questo 3d si diceva che l'unica via è accettare il presente che si srotola come un tappeto sotto i nostri piedi.
Agire, camminare senza lasciare vagabondare la mente in ogni dove, alla ricerca di una felicità irraggiungibile, di un "silenzio vero", di un'interlocuzione armoniosa e senza contrapposizioni.
Se c'è, c'è; se non c'è non c'è.
Tutti i piaceri dei sensi, compresi i film mentali (piaceri intellettuali) sono evanescenti, effimeri. Bagliori.
Dovremmo allenarci a guardare in perfetta calma, distacco l'intero panorama della nostra vita e rivolgere lo sguardo all'interno, nel cuore della vera Pace.
Eppure nella creazione ci dobbiamo entrare, ma in essa non troveremo mai il pieno appagamento e difficilmente qualcosa da "fuori" ci aiuterà a trascendere il mondo degli opposti, a non subire e poi reagire, a non increspare il lago con troppe onde.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite